• Valeria Gulotta

Etna, il vulcano più alto e attivo in Europa!

Aggiornato il: set 11

Principali Attrazioni in Sicilia - Vulcano Etna: per maggiori informazioni>>>

Etna, salita ai crateri sommitali e scivolata dai canaloni

Ahi che dolore ... stamattina per scendere le scale di casa ero talmente <<<barzelletta vivente>>> che mia figlia mi ha filmata e "svergognata" con i suoi amici su Tik-Tok ... si perchè adesso si svergognano le madri indolenzite su tik-tok. Voglio piangere!!!!


Sono tutta dolori ma ancora elettrizzata e con l'adrenalina a 1000 per la giornata di ieri!!!


No ... non mi sono lanciata all'interno di un cratere acceso pur di smaltire i miei 13 chili di eccesso di grasso viscerale che la mia super bilancia tecnologica mi ricorda di avere .... e stà disgraziata mi registra pure sull'app!!!! Inutile fare spinning, step, trekking .... il mio fisico non ne vuole sapere nulla: <<<devo sigillare la bocca e odiare il cibo :-( >>>


No ... questa volta non mi sono lanciata da una cascata alta 10 metri come ho fatto in Messico, non ho nuotato con gli squali e neanche rafting in Indonesia ....


....ho solo camminato, camminato e camminato per arrivare ai Crateri Sommitali Etna Nord per poi scendere dai Canaloni cadendo ripetutamente sulla sabbia per accellerare la discesa stile palla vivente-rotante .... insomma ... ho certe parti del corpo indolenzite (ahhahahahah) ma felice feliceeee feliceeeeeee per l'esperienza vissuta.

Diario di Viaggio: .... devo dire, il Monte Etna è bellissimo tutto ... ma personalmente svegliarsi alle 6:00 sulla Mare-Neve, alle pendici dell'Etna Nord, in piena montagna .... è qualcosa di sublime! L'aria è frizzante e sebbene siamo ad Agosto e a Palermo ci sono ancora 35° ... quì il clima è fresco, quasi autunnale.


Una piccola famigliola di Istrici bussa alla finestra quasi a ricordarmi che mi devo alzare, il profumo del legno della casa e del terriccio misto polvere vulcanica si infila imperterrito nel mio naso costringendomi ad andare fuori a respirare l'aria pura .... il silenzio, interrotto solo dal cantare degli uccellini, l'aria fresca e la nebbiolina del mattino .... ragazzi, che meraviglia!


Decido di fare colazione da sola ... si ... gli altri dormono beatamente e io invece voglio godermi la giornata in pieno .... fette biscottate, marmellata fatta da me e succo di mirtilli ... e rigorosamente il caffè! Seduta, gustando la mia meritata colazione, mi guardo attorno: natura a 360° ....


... il sentiero chiama e io lo ascolto .... mi incammino nei boschi seguendo un tragitto rigorosamente delineato dai CAI (Centro Alpino Italiano) fino ad arrivare ad una radura da dove è possibile vedere sia l'Etna che il Mare ... si perchè in Sicilia abbiamo questa grandissima fortuna, il mare ci circonda! Mi fermo a raccogliere more ma lo squillo del telefono mi richiama alla realtà: devo rientrare a casa, preparare lo zaino, l'acqua, snack e cibo per andare all'appuntamento con la Guida dell'Etna che ci aspetta per iniziare un percorso verso i Crateri Sommitali.


... un breve tragitto ci porta direttamente a Piano Provenzana (Etna Nord) dove ad attenderci c'è una guida dell'Etna che ci accompagnerà in questa avventura straordinaria.

... diciamo che mi sento abbastanza gasata ... a bordo dell'UNIMOG la guida inizia a darci spiegazioni sull'Etna, sulla natura del vulcano, sulla nascita della Valle del Bove (trattasi di un'ampia depressione che si trova sul versante est dell'edificio vulcanico dell'Etna. La sua formazione viene fatta risalire a 64.000 anni fa a causa del collasso dei centri eruttivi del Trifoglietto I e del Trifoglietto II, predecessori dell'Etna. Lo sprofondamento dei due crateri formò una caldera profonda 1 Km e larga circa 5 Km. Il cono vulcanico del monte Etna attuale si sarebbe formato a nord-ovest dell'unità del Trifoglietto II circa 34.000 anni fa) e sulla la tipologia delle eruzioni e intanto il paesaggio inizia a trasformarsi e diventa sempre più cupo ... ecco, inizio ad immaginare la mia vita sulla luna. Mentre la guida spiega cerco di captare le sue informazioni e contemporaneamente il mio cervello mi manda visioni immaginarie di me che saltello sulla luna leggiadra e snella grazie solo all'assenza dell'ossigeno .... c'era una canzone che diceva: i sogni son desideri!!! ... e io sogno!!!


Il freschetto inizia a farsi sentire e fortunatamente i miei bermuda-magici si trasformano in pantaloni!

Inizio a coprirmi: berrettino, sciarpa e giacca da vento rigorosamente in goretex per non sentire freddo ... lego i miei capelli per evitare che al vento inizino a svolazzarmi sugli occhi e finalmente arriviamo comodamente ai 3.000 mt .... buio, tutto nero, tutto sabbia vulcanica attorno e questo venticello tipico dell'Etna che ti fa ricordare che la temperatura è scesa notevolmente rispetto al caldo della valle ....


Iniziamo la nostra camminata verso i crateri sommitali, 2 ore di cammino in senso orario che ci portano a vedere i quattro crateri fino ad arrivare ai 3.250 mt: che dire, inizio a guardare tutto: il nostro gruppo, la Guida dell'Etna, la cenere vulcanica, le rocce, le nuvole, il Mar Jonio e il suo azzurro colore visto da lontano, le Isole Eolie, la Baia di Taormina, Catania .... un viaggio su me stessa a 360°!

L'aria cambia a 3.300 mt ... manca l'aria nei polmoni o comunque l'altitudine si fa sentire ... e la stanchezza aumenta come se avessi percorso 10.000 chilometri ... eppure ho camminato solo qualche chilometro, pochi metri di dislivello resi più pesanti dal terriccio sabbioso e dalle rocce vulcaniche ... ma è tutto bello ... affascinante. Non avrei mai pensato che il nero-antracite potesse essere così bello .... paesaggio veramente lunare!


Iniziamo la nostra discesa dai 3.300 mt fino giù i 3.000 mt seguendo un ripido ma facile sabbione che in circa 20 minuti ci porta a destinazione .... non so voi, ma io mi sono veramente divertita: mi ricordo le scivolate che facevo da ragazza nel terrazzo di casa bagnato con acqua e sapone per simulare le sciate sulla neve ... mai rotta la testa, mai rotta un braccio, ma sicuramente mi ricordo i ceffoni di mio padre appena lo venne a sapere ... le sgridate per proteggere me e le mie ossa ahahahahah


Ritorno bambina per un giorno, con quella frenesia ed eccitazione tipica dell'adolescenza .... mi copro bene testa e bocca per evitare di mangiare i miei capelli conditi di sabbia nera e mi lancio a missile in questa sabbia vulcanica con uno spasma e un'energia incredibili ... puro divertimento e con il solo rischio di cadere a terra, rotolare morbidamente avvolta nella sabbia che ti entra dappertutto.


Sbano il mio panino rigorosamente condito con frittata (giusto per la cronaca, a casa mia la frittata si prepara con: uova, cipolla tritata, poco pangrattato, parmigiano, pomodoro tagliato a pezzetti, sale, pepe, mentuccia o basilico) come se non mangiassi dai secoli dei secoli .... il picnic all'aperto mi smuove l'appetito ... o forse la camminata e l'aria fresca dell'Etna lo smuovono ancor di più .... sta di fatto che addento il panino da 70 gr. come una morta di fame e ... tutto sembra più buono .... la frittata mi fa entrare in estasi e l'estasi viene ampliata dalla consapevolezza di dove mi trovo, in un magico posto, tutto nero, con un cielo più azzurro dell'azzurro e, pensando, mi rendo sempre più conto di quanto siamo indifesi e piccoli davanti a Lei: la Signora dei Vulcani, la Dea ispiratrice di poeti di tutto il mondo, sua Maestà l' ETNA.


Siamo piccoli e indifesi e quasi insignifanti dananzi il suo maestoso potere di distruggere, incendiare, sommergere ... per poi concedere a madre natura la facoltà di ricreare ... si perchè nel bel mezzo del nero della lava fredda, un fiore giallo spunta colorato quasi a voler dire: io vivo, ci sono, cresco e mi rendo a te visibile nel miglior modo possibile.

E' il contrasto dei colori che rende il territorio unico ... dal nero spunta indifeso una picchiettata di colore giallo ... poi rosso ... poi verde .... come se madre natura volesse dirci: calma, c'è sempre un domani .. il nero inizia e termina ... la ruota gira! Un insegnamento di vita ... un'esperienza che se hai cuore, se hai anima ... arriva dentro te una sensazione di pace ... la pace con te stesso.


Riprendiamo il nostro percorso: qualcuno decidere di continuare con gli UNIMOG, noi invece continuiamo la discesa a piedi scivolando, quasi a sciare, giù, a velocità, sulla sabbia vulcanica.


1 chilo .... cosa? Ma che vuoi dire .... Noooooo ragazzi, non ho perso un chilo di grasso .... ho solo racimolato un chilo di sabbia tolta negli scarponi, nelle orecchie, nel viso trasformatosi color antracite, nel naso, tra i capelli e nelle tasche del giaccone aahahahahah ma ne è valsa la pena ... stanca ... soddisfatta ... divertita .... ricca di una nuova esperienza e ancora morta di fame ritorno a casa dei nostri amici che gentilmente ci hanno ospitato anche questa notte.


Doccia fatta, sbiancata dalla polvere vulcanica, shampo fatto, improfumata tutta e anche leggermente truccata per non assomigliare a Morticia Addams e ci prepariamo ad una cenetta tra amici per assaggiare gli involtini di carne con pistacchi di Bronte e pancetta, specialità dell'Etna .... eh si, la Sicilia è l’unica regione italiana dove si produce il pistacchio

Bronte, Eden di pistacchio, con un frutto dal gusto e dall’aroma universalmente riconosciuti come unici e particolari. L’ “oro verde”, così è denominato il “Pistacchio verde di Bronte D.O.P.“, la Denominazione di Origine Protetta è stata ottenuta nel 2009. Il Pistacchio rappresenta la principale risorsa economica del vasto territorio della cittadina etnea.

Pasta con pesto di pistacchio di Bronte ad anticipare gli involtini per poi terminare con crostata di pistacchio .... da nera-antracite a verde, eccomi trasformata di nuovi colori del sud.


... e se volete contattarci per sperimentare ciò che in primis provo su me stessa, scrivetemi o scriveteci ... magari vi rispondo io, allegramente, per trasferirvi le mie emozioni, perchè questo è il mio lavoro che si sposa perfettamente con la mia vita ....


Buona notte ragazzi e sogni d'oro

Valeria



CONTATTACI

INDIRIZZO

Via Stefano Turr, 38
Palermo - Sicilia - Italia

ORARI UFFICIO

Lunedì - Venerdì

9.00 - 13.00

14.00 - 18.00

Licenza Tour Operator Nr. 996/VII/Tur - Sicilia
IATA 96 27583 0 | IVA: IT04943140824

© 1999-2020 Tour of Sicily | Tourofsicily Tour Operator 

English | Italiano

8 anni consecutivi Certificato di Eccellenza: Tripadvisor

Travellers' Choice 2020 - Best of the Best - Tripadvisor

  • Black Icon TripAdvisor
  • Black Facebook Icon
  • Nero Twitter Icon
  • Black Icon Instagram
  • Black Icon Blogger